top of page
sfondo Domy.jpg

“Il nuovo sistema di raccolta dei rifiuti è un fallimento”

La gestione dei rifiuti a San Costanzo fa acqua da tutte le parti.

Un servizio che da anni nel nostro Comune desta non pochi problemi e che invece di migliorare peggiora.

Se è vero che l’inciviltà è un malcostume da sanzionare non è nemmeno giusto cercare di nascondere tutte le difficoltà dietro alla maleducazione.


La verità - afferma il Consigliere comunale e provinciale Domenico Carbone - è che questa nuova modalità non sta funzionando come dovrebbe. Le segnalazioni di disservizi e malfunzionamenti sono all’ordine del giorno. Un vero e colossale fallimento frutto di un capriccio dell’Assessore all’ambiente.

Ormai da anni si riscontravano criticità diffuse in varie isole ecologiche del paese. Di tutta risposta l’amministrazione, invece di cercare un modo per migliorare la situazione e quindi il servizio, rende tutto più complicato.


Aset - prosegue Carbone - ha speso oltre 700mila euro per l’acquisto dei nuovi cassonetti. Una cifra importante, che si sperava fosse un investimento che avrebbe messo fine ai problemi.

Purtroppo invece la modalità di apertura con App o tessera, non sembra sempre collaborare costringendo i cittadini a un vero e proprio pellegrinaggio in giro per il paese alla ricerca di un bidone tra le varie isole ecologiche.

Isole che in alcuni casi sembrano essere definitivamente sparite.


San Costanzo - conclude Carbone - deve purtroppo già convivere con la discarica,

non è possibile che a questo disagio se ne aggiungano anche altri per i rifiuti.

Contando anche che il nostro Comune incassa risorse straordinarie proprio per la presenza della discarica che però non utilizza minimamente né per ridurre i tributi né per migliorare il servizio.


Comments


bottom of page